Politica

Bookmark and Share

La Repubblica Popolare Cinese è stato un paese sotto regime dittatoriale per gran parte del ventesimo secolo, e da molti è ancora considerato tale, ma non tutti sono concordi con questa visione. Tentare di caratterizzare la struttura politica Cinese in una categoria precisa non è molto semplice. Ciò è dovuto alla storia politica cinese: per oltre duemila anni, fino al 1912, il paese è stato governato da una monarchia imperiale centralista, che ha lasciato una profonda traccia nelle strutture politiche e sociali cinesi. Questo è stato seguito da una caotica serie di governi estremamente autoritari e nazionalisti, sin dalla prima rivoluzione cinese del 1912 (anche detta rivoluzione xinai, da non confondere con la Rivoluzione culturale cinese). Il regime cinese è stato variamente definito come autoritario, comunista, socialista e varie combinazioni di questi termini. Negli ultimi anni la Cina sta lentamente trasformando il suo sistema politico/economico in un sistema capitalistico. Il governo cinese ha recentemente rilasciato delle dichiarazioni ufficiali, sostenendo che lo stato debba essere governato da strutture democratiche. Il governo cinese è controllato dal Partito comunista cinese. Viene utilizzata la censura come routine, specialmente su Internet. È abbastanza recente la censura preventiva della stessa enciclopedia online Wikipedia, mentre Google è stato pagato per cancellare le parole come "libertà" e "democrazia", ed è stata decisa la chiusura di YouTube dopo gli ultimi scontri in Tibet.

Politica interna
Forma di governo: repubblica socialista. Tutte le cariche dello stato provengono dal Partito Comunista Cinese.

Ordinamento dello Stato
La Cina è una Repubblica popolare. Organo Supremo del potere statale è l'Assemblea nazionale del popolo (ANP), i cui 2979 membri sono eletti per 5 anni dalle province, dalle regioni autonome, dalle municipalità e dalle forze armate.
L'ANP, che si riunisce di regola una volta all'anno, forma al suo interno un comitato permanente di 155 membri, che ne esercita le funzioni negli intervalli fra le sessioni; l'Assemblea elegge il presidente della Repubblica, il primo ministro e il Consiglio di Stato (che svolge le funzioni di governo), formula le leggi, approva i piani e i bilanci dello Stato. Le assemblee popolari e locali e i Comitati da esse eletti sono gli organi locali del potere statale.

Suddivisione amministrativa
Città principali

 

Pechino (capitale)

Luoyang

Aba Macao
Abag Qi  Mujdangang
Abagnar Qi  Nanchang 
Anshan Nanchino
Baotou

Nanning

Changchun Ningbo
Changsha Qingdao
Chengdu Qiqihar
Chongqing Shanghai
Dalian Shenyang 
Fuzhou Shenzhen
Canton Shijiazhuang 
Guiyang Suzhou 
Haikou Taiyuan 
Hangzhou Tangshan
Harbin Tientsin 
Hefei Tianchang 
Hohhot Ürümqi 
Hong Kong Wenzhou 
Jilin Wuhan 
Jinan Xi'an 
Jixi Xiamen
Kaifeng Xining
Kunming Xuzhou
Lanzhou Yinchuan
Lhasa Zhengzhou